Famiglia Oggi?

logoFORUM

FAMIGLIA OGGI?

INCONTRO DIBATTITO

SULLE POLITICHE FAMILIARI IN SARDEGNA

Sabato 2 Febbraio 2013

h 10,00

Sala Convegni “HOSTEL MARINA”
Scalette San Sepolcro – CAGLIARI

E’ l’evento organizzato dal Forum delle Associazioni Familiari della Sardegna quale momento di analisi, studio, approfondimento e confronto con le forze politiche e istituzionali sul tema delle politiche familiari in Sardegna.  Sono stati invitati i maggiori rappresentanti delle istituzioni e quelli dell‘associazionismo sardo. Saranno inoltre presenti l’Arcivescovo di Cagliari Mons. Arrigo Miglio e il Presidente del Forum nazionale Francesco Belletti.

Programma

ELEZIONI POLITICHE: PIU’ FAMIGLIA OGGI, PIU’ ITALIA DOMANI

L’ incontro sarà anche l’occasione per raccogliere pubblicamente le adesioni, da parte dei candidati sardi al Senato e al Parlamento, alla piattaforma programmatica che il Forum Nazionale ha elaborato in vista delle elezioni politiche di Febbraio. I sottoscrittori potranno utilizzare sul loro materiale elettorale il logo “Io corro per la famiglia”.

Il link utile per aderire all’iniziativa è http://www.forumfamiglie.org/ELEZIONI2013/ADESIONI.htmlIo corro per la famiglia

 Manifesto-Famiglia Oggi?

Io corro per la famiglia 1

Io corro per la famiglia 2

Io corro per la famiglia 3

Rassegna stampa

Avvenire: Il Forum alla politica: “proposta unitaria per la famiglia”

Il Portico -Il sostegno alla famiglia-

TGR SARDEGNA EDIZIONE POMERIGGIO

TGR SARDEGNA EDIZIONE SERA

TGRSARDEGNA EDIZIONE NOTTE

UNIONE SARDA: UNA CITTA’ IN MANO AI SINGLE

Il Portico: Sei parole per il voto

Il Portico: Un punto di PIL per le politiche familiari

Nuovo Cammino: La famiglia diventi una risorsa

Annunci

Comunicato stampa nazionale

BENE IL GOVERNO SU DELEGHE E IMU.
ORA ANCHE I COMUNI FACCIANO LA LORO PARTE
«Gli emendamenti presentati dal governo, senza ombra di dubbio, rendono più equa la manovra economica» afferma il presidente del Forum delle associazioni familiari, Francesco Belletti. «Apprezziamo il grande sforzo di dialogo mostrato: non eravamo più abituati ad un governo che “ascoltava”, e che cambiava davvero le proprie scelte: di questo vogliamo dare atto al presidente del Consiglio e all’intero governo.
«Un’altra buona notizia è l’attribuzione della delega alle politiche familiari; da tempo chiedevamo un interlocutore stabile, per far ripartire il dialogo (in primis per discutere il Piano nazionale per la famiglia).
«L’intervento correttivo sull’IMU – che il Forum aveva fortemente richiesto raccogliendo consensi tra le forze politiche – è un segnale concreto di attenzione all’equità familiare che attendevamo da tanti anni: una fiscalità che fa davvero differenza tra chi ha figli a carico e chi non li ha, e così le nuove generazioni non sono più solo “a carico dei genitori”, ma anche “a carico della collettività”. Finalmente un intervento che “misura” seriamente i carichi familiari. Ci auguriamo che i commentatori trattino le nuove detrazioni non come costi sociali, ma come misure e investimenti per la crescita del nostro Paese.
«Peccato che la misura si fermi al quarto figlio, penalizzando così di fatto le famiglie numerose, quelle cioè più “coraggiose” nell’investire sulle nuove generazioni. Ma su questo aspetto chiediamo una responsabilizzazione da parte di tutti i Comuni: in una corretta applicazione del federalismo fiscale. Tutte le amministrazioni comunali che vogliono essere “a misura di famiglia” hanno quindi a disposizione un banco di prova: chiediamo che dal quinto figlio in poi i Comuni aggiungano una “ulteriore detrazione”. Non è impossibile, anche perché le famiglie numerose non sono tante. Tra l’altro la “ulteriore detrazione locale” per figlio potrebbe partire dai 50 euro (pari a quella nazionale) e modularsi su cifre inferiori secondo le disponibilità di bilancio. Parte cioè oggi una campagna per un IMU comunale a misura di famiglia, per le famiglie numerose.
«Non possiamo però non ricordare che la notizia più importante della giornata di ieri è stata purtroppo la strage razzista di Firenze. Un evento che ci ricorda come coesione sociale, cittadinanza, tolleranza, dialogo, legalità siano valori irrinunciabili. La scelta del ministro Riccardi per la delega alle politiche familiari appare in questo senso lungimirante, anche perché» conclude Belletti «conferma che le famiglie sono e devono continuare ad essere un luogo insostituibile di dialogo interculturale per costruire una cultura della pace».

_______________________________________

Daniele Nardi 
Capo ufficio stampa
Forum delle associazioni familiari

Seminari Famiglia & Scuola

FAMIGLIA & SCUOLA: UNA SFIDA POSSIBILE

 -LE ATTUALI PROSPETTIVE NELLA COSTRUZIONE DI UN COMUNE COMPITO EDUCATIVO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA NUOVA CITTADINANZA-

 SEMINARIO-DIBATTITO

locandina SELARGIUS: VENERDI’ 15 APRILE 2011 ORE 16,00 ORATORIO “SAN LUIGI” VIA CAVOUR

locandina CAGLIARI: SABATO 16 APRILE 2011 ORE 9,00 SCUOLA PARITARIA “SACRA FAMIGLIA” VIA CODROIPO

La famiglia è il primo luogo di crescita e di confronto, la prima comunità educante. La scuola  è l’istituzione che  affianca la famiglia e accompagna i nostri figli nella crescita umana.

Famiglia & scuola dunque, nell’assolvimento delle loro rispettive funzioni  e nelle loro rispettive sfere di azione,  assumono massima rilevanza sociale. Ciascuna delle due agenzie educative,  concorre alla realizzazione di una nuova cittadinanza. Tuttavia lo scenario in cui si trovano ad interagire è profondamente mutato. Alcuni decenni fa famiglia & scuola parlavano la stessa lingua, proponevano i medesimi valori. Oggi non è più così!

Le agenzie educative si trovano a dover rispondere a una nuova sfida.  L’invasività dei media nella vita dei nostri giovani richiede urgentemente la sostanziale ridefinizione delle modalità di un impegno comune. Si rende necessario affiancare i nostri figli perché possano muoversi in maniera critica e creativa nella molteplicità, per recuperare l’unità inscindibile di ogni persona, ricostruire un nuovo umanesimo culturale. Pertanto Famiglia & Scuola sono chiamati, ciascuno secondo le proprie responsabilità, alla rigenerazione di un orizzonte valoriale credibile all’intelligenza dei nostri figli. Mettere a sistema questo comune compito è la risposta alla sfida urgente a cui ci chiama la globalizzazione.

La costruzione di una nuova cittadinanza passerà proprio dalla possibilità o meno di ridefinire e consolidare l’alleanza educativa. L’impegno è unico perchè la finalità ultima è la cura dell’unicità e dell’irripetibilità di ogni individuo e della sua crescita.

consulta l’articolo su “Atempopieno” notiziario dell’AGeSC

Educare alla vita buona del vangelo

primato della famiglia

Intervento di Carlo e Alessandra Pisano al seminario tenutosi a Cortoghiana il 31 gennaio scorso dal tema “educare alla vita buona: il primato educativo della famiglia”

Pubblicato su Documenti. Commenti disabilitati su Educare alla vita buona del vangelo

Comunicato stampa

Cagliari, 29/09/2010

Lunedì 27 settembre, presso la sede della Coldiretti, a Cagliari, si è ricostituito il Forum delle Associazioni Familiari della Sardegna, che aderisce al Forum nazionale. In occasione dell’assemblea è stato approvato il nuovo Statuto del Forum e rinnovati gli Organi rappresentativi.
Il nuovo Presidente è Carlo Pisano, direttore scolastico, delegato per la Provincia di Cagliari dell’Associazione Nazionale Famiglie Numerose. Del Direttivo entrano a far parte anche Gaetano Pala della Coldiretti, Roberto Vargiu dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Luisanna Loddo in rappresentanza dell’Associazione Bambini Cerebrolesi e Antonello Macciocu del Forum Provinciale di Sassari.
Il Presidente ha ringraziato le associazioni presenti auspicando di poter ricambiare la fiducia accordatagli, che è espressione dell’Associazionismo Familiare Sardo, col personale impegno a dare voce a tutti, specialmente agli ultimi, cioè a quelle famiglie sulle quali gravano insormontabili difficoltà di carattere economico e/o sociale. Ha ricordato inoltre che l’impegno pratico del Forum deve trarre ispirazione dai grandi ideali per poter incidere efficacemente sulle questioni più importanti in chiave sociale: aiutare la Famiglia a svolgere il suo ruolo naturale, cioè essere laboratorio di Amore reciproco tra i coniugi, di trasmissione di vita e di valori condivisi ai figli e alle generazioni future.
In questi giorni, ha aggiunto il neo eletto presidente, assistiamo impotenti al comportamento poco edificante dei politici, che rendono inconcludente e vano il mandato loro affidato dai cittadini. È urgente mettere, come priorità dell’azione politica, la famiglia come soggetto primario di diritti. Ogni politica che vuole porre al centro “la persona” non può prescindere dal contesto originario della convivenza sociale cioè la famiglia, che è naturalmente preposta a svolgere la funzione di prima cellula sociale, di primo mattone nell’edificazione della convivenza civile.
L’Italia è relegata agli ultimi posti nell’Unione Europea in fatto di politiche familiari. Queste devono promuovere e sostenere la famiglia riconoscendola come il vero capitale sociale da cui dipende la bontà della vita presente e la possibilità di una dignitosa vita futura. Altrimenti lasceremo alle future generazioni una rete di relazioni sempre più fragile, e una sempre minore capacità di reciproca accoglienza.
Il momento che viviamo nel nostro Paese è molto critico e tanto più la società civile chiede con urgenza di porre al centro dell’attenzione la famiglia da intendersi non tanto come oggetto di politica assistenziale, ma come soggetto promotore e interlocutore diretto con le istituzioni politiche.

Pubblicato su Associazioni del Forum, Documenti. Tag: . Commenti disabilitati su Comunicato stampa
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: