Libertà di educare i propri figli

Anche a Cagliari, come in altre città della penisola,  è stata indetta una gara e successivamente affidata la gestione delle attività per l’abbattimento degli stereotipi di genere e l’educazione alla differenza nelle scuole cittadine.http://www.comune.cagliari.it/portale/it/newsview.page;jsessionid=C53EF29662DADBA694576228994E0363?contentId=NWS67716

Con la determinazione n.11214 del 3/12/2012  l’Amministrazione comunale ha infatti recepito la proposta della Commissione Pari Opportunità per diffondere la cultura di genere nei percorsi scolastici, attraverso la selezione di proposte progettuali, da ammettere a finanziamento, per la gestione di attività da realizzarsi, in via sperimentale, presso le Scuole Primarie Cittadine ubicate nella Municipalità di Pirri e nel quartiere di Mulinu Becciu”.

Il Forum delle Associazioni Familiari della Sardegna ritiene opportuno manifestare i propri interrogativi e richiamare l’attenzione sui punti che seguono.

  • liceità dell’ iniziativa.
  • natura sperimentale del progetto.
  • opportunità di modificare l’ Offerta Formativa delle scuole ad anno scolastico iniziato.

Alla luce delle sopracitate emergenti problematiche alleghiamo la lettera del Presidente del Forum regionale indirizzata al Sindaco di Cagliari, e p.c. al Dirigente del Comune responsabile del procedimento, al Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale e al Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, alle Direzioni scolastiche delle scuole Primarie cui dovrebbe essere rivolto il progetto, con lo specifico intendo di chiedere formalmente:

  • di rendere pubblico il progetto operativo selezionato per conoscere le modalità di attuazione e l’elenco dei plessi scolastici che hanno aderito;
  • di promuovere azioni atte al pieno coinvolgimento degli organi di rappresentanza dei genitori e delle associazioni delle famiglie;
  • di informare dettagliatamente anche i singoli genitori degli alunni minori eventualmente coinvolti nel progetto sulla natura delle attività per poter dichiarare la propria volontà di non aderire al sopra citato esperimento.

la lettera del Presidente del Forum regionale  alla quale aderiscono anche: Famiglie Numerose, Famiglie per l’Accoglienza, Centro Preparazione per la Famiglia, Oltre la Porta, Consultorio diocesano di Cagliari, Beati Francisco e Jacinta ONLUS, AGESC comitato di CA,   Mediazione Familiare ONLUS, Rinnovamento nello Spirito.

Articoli correlati

Il Portico 02-02-14 La libertà di educare i propri figli 

AGE 01-03-2014 Lettera ai Presidenti  Consigli di Circolo-Istituto

Madonna di Lourdes n.40 marzo 2014. Strategia LGTB-Noi famiglie non siamo d’accordo

Il portico-09-03-2014 Tutelare la libertà di educazione

Atempopieno n1 del 23-03-2014 Gender-Leggi “speciali” e ideologia di stato

Il Portico 16-03-2014 Arriva il gender: noi romperemo le righe?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: