Emergenza maltempo: il link per aiutare le famiglie di Olbia

http://www.caritastempio.it/archivio-news/35-notizie-2013/95-emergenza-maltempo-a-olbia.html

images

Annunci

Forum: rinnovate le cariche sociali. Il neo-presidente Ancis chiede l’approvazione di una Legge per la famiglia

Cagliari, 19 Novembre 2013

Sabato 16 novembre si è svolta l’Assemblea del Forum delle associazioni familiari della Sardegna per il rinnovo delle cariche sociali. E’ stato eletto come nuovo Presidente Cesare Ancis, che vanta una lunga esperienza nella Pastorale Familiare regionale e nazionale. Il nuovo Consiglio Direttivo è invece composto da due membri che facevano parte anche della precedente gestione e cioè il Presidente uscente Carlo Pisano appartenente all’Associazione Famiglie Numerose e Roberto Vargiu dell’ Associazione Papa Giovanni XXIII, e da due new entry Angela Sidoni del Consultorio Familiare diocesano di Cagliari e Stefano Galletta dell’ Associazione Oltre la Porta.

Il neo-eletto Presidente ha ringraziato cordialmente le associazioni aderenti al Forum per la decisione unanime espressa e ha indicato alcune priorità:

– operare in continuità con il percorso intrapreso nel corso del precedente mandato;

– investire sulla partecipazione al Forum del mondo dell’ associazionismo familiare sardo;

– incidere più efficacemente nella costruzione del discorso pubblico sulla famiglia che, come sancisce la Costituzione, è società naturale fondata sul matrimonio;

– alimentare il dialogo con la politica e le istituzioni sarde in vista della promozione della famiglia che è soggetto tutt’altro che in via di estinzione o superato.

“Per questo motivo ci si aspetta”, ha ribadito Ancis, “che venga presto superata la logica che ha contraddistinto le politiche familiari in Sardegna, troppo spesso frammentarie e non integrate, nate senza una seria programmazione a medio-lungo termine e prive di risorse dedicate. Il Forum rilancia a tutte le forze politiche presenti in Consiglio e alla Giunta regionale, la propria disponibilità al dialogo in vista della definitiva approvazione della Legge regionale della Famiglia che possa mettere a sistema i provvedimenti con una ricaduta sull’istituto famigliare. Prima necessità fra tutte, uno studio per la valutazione di impatto familiare”.

I (mancati) benefici per le famiglie del progetto Scuola Digitale

 Nelle settimane scorse il Presidente del Forum con una delegazione di ANFN Sardegna ha incontrato il Prof. Silvano Tagliagambe, già direttore scientifico del Progetto Semid@s – Scuola Digitale in Sardegna”.

Il Prof. Tagliagambe ci ha parlato del progetto e della sue incredibili peripezie.

Esso, articolato in diverse misure (acquisto hardware e software, connettività, formazione degli insegnanti, servizi di tutoraggio per il recupero dei debiti formativi, acquisizione dei contenuti didattici) era dotato di un ingente finanziamento proveniente dall’Unione Europea e da fondi di bilancio della stessa Regione e prevedeva la realizzazione di una rete per la connessione ad alta velocità di tutte le scuole, la fornitura di un tablet a tutti gli studenti delle scuole medie e superiori e il loro interfacciamento con le L.I.M. (Lavagne Interattive Multimediali) installate nelle classi scolastiche di tutta la Sardegna.

La piattaforma tecnologica era funzionale a veicolare i contenuti didattici in formato digitale, contenuti che sarebbero stati acquisiti direttamente dalla Regione dagli autori e dagli editori per una spesa di circa 20 milioni di euro.

E’ evidente come un simile strategia avrebbe rivoluzionato la didattica e lo stesso modo di fare scuola ma soprattutto, prevedendo la fornitura gratuita dei libri di testo sui tablet, in modalità aperta – e quindi con la possibilità per gli insegnanti e gli studenti di interagire sui contenuti stessi adattandoli alle proprie concrete esigenze – avrebbe sgravato le famiglie dall’onere rilevantissimo dell’acquisto dei testi scolastici.

Il progetto, per ragioni misteriose è sparito dalla programmazione regionale e il bando per l’acquisto dei contenuti editoriali è stato revocato. Si dice anche che il finanziamento sia andato perduto o dirottato verso altri lidi.

Abbiamo chiesto ufficialmente al Presidente della Regione e all’Assessore alla Pubblica Istruzione un incontro per fare chiarezza sulla sorte di Scuola Digitale, ma non abbiamo ricevuto risposta.

Il Prof. Tagliagambe, molto gentilmente, ha curato per noi una breve sintesi che mette in evidenza i possibili benefici per le famiglie e ci ha autorizzato alla pubblicazione consultabile cliccando nel link sottostante.

I (mancati) benefici per le famiglie del progetto Semid@s “Scuola digitale in Sardegna” di Silvano Tagliagambe

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: