COMUNICATO STAMPA

FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FAMILIARI DELLA SARDEGNA

COMUNICATO STAMPA

Giovedì 24 novembre il Forum delle associazioni familiari della Sardegna ha aderito all’invito che l’Assessore regionale all’Assistenza Sociale, Simona De Francisci, ha rivolto ai rappresentanti di alcune associazioni familiari e al Forum stesso.

Il Forum ha colto questa preziosa opportunità per esprimere il suo punto di vista sulla situazione di difficoltà delle famiglie sarde. I dati drammatici sull’attuale situazione di crisi sono noti e la Sardegna risulta ancor più penalizzata rispetto ad altre, con il 18,5% delle famiglie in condizione di povertà e tantissime che si stanno avvicinando a questa soglia.

Nell’evidenziare il ritardo degli interventi per una politica familiare organica e strutturale, che vada nella direzione del sostegno e del riconoscimento della famiglia così come sancito dalla Carta Costituzionale agli artt. 29,30 e 31, il Forum ha espresso l’assoluta necessità che le forze politiche adottino in via urgente e straordinaria provvedimenti che possano ridare fiato alle famiglie sarde, attraverso l’introduzione di un’innovativa politica familiare che ripartisca oneri e benefici in modo più equo.

Le  proposte sono già note:

a)      l’introduzione nella prossima Finanziaria regionale di risorse per le politiche familiari;

b)      la costituzione di una struttura sovrassessoriale (Dipartimento/Agenzia), sotto la diretta responsabilità del Presidente della Regione, per il coordinamento delle politiche che hanno ricaduta sulla famiglia;

c)      la sostituzione dell’ISEE con uno strumento più adeguato per determinare l’accesso ai servizi alla persona (modello Fattore Famiglia);

d)     l’introduzione di deduzioni o detrazioni per carichi familiari per le addizionali regionali e comunali;

e)      misure di salvaguardia del posto di lavoro per chi ha tre o più figli a carico.

Inoltre, il Forum ha sollecitato l’approvazione urgente della legge regionale sulla Famiglia, lungamente promessa dalle forze politiche, che contenga:

  1. il riconoscimento dei figli come “bene pubblico” da sostenere anche economicamente;
  2. politiche per la casa;
  3. credito garantito dalla Regione per la formazione di nuove famiglie;
  4. interventi fiscali e tariffari che tengano conto dei carichi familiari;
  5. una continuità territoriale “a misura di famiglia” nel trasporto aereo e marittimo;
  6. interventi di formazione e sensibilizzazione dei funzionari pubblici sulle politiche familiari e sul loro impatto;
  7. la valorizzazione delle funzioni dei consultori familiari, pubblici e privati, in funzione di formazione alla genitorialità e alla tutela della vita, fin dal concepimento;
  8. percorsi formativi in relazioni familiari;
  9. il riconoscimento, anche economico, del lavoro domestico e delle funzioni di cura della famiglia nei confronti dei disabili e degli anziani;
  10. efficaci interventi di conciliazione famiglia-lavoro;
  11. adeguata dotazione di risorse finanziarie;
  12. la valorizzazione e riconoscimento dell’associazionismo familiare nell’elaborazione delle politiche familiari, con rappresentanze negli organi consultivi e la predisposizione di adeguate risorse.

Queste misure, se realizzate, permetterebbero di innescare un circuito virtuoso con l’immediata riattivazione dei consumi e l’aumento della domanda dei beni di servizio, garantendo concrete prospettive di sviluppo all’economia della nostra regione.

Annunci
Pubblicato su Uncategorized. Commenti disabilitati su COMUNICATO STAMPA
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: